Modello Del Terreno E Modello Delle Ombre

Esistono vari modi e molti plugin per la creazione di modelli del terreno (DTM) mediante Qgis. In questa pagina verrà spiegato quello più semplice ed efficace utilizzando il plugin "interpolazione" gia presente nei plugins di base di Qgis.

**ATTENZIONE **: le funzioni di analisi geomorfologica devono essere sempre realizzate su delle aree che abbiano confini ortogonali e non diagonale, in questo caso lo shape file delle curve di livello e dei punti quotati sono stati ritagliati in forma rettangolare mediante un clip . In caso contrario l'elaborazione del modello del terreno potrà diventare estremamente lenta, far crashare Qgis oppure creare degli errori ai bordi che penalizzerebbero le elaborazioni seguenti. Un esempio nell'immagine sottostante. Per questo con le versioni di Qgis 2.0.1 è necessario fare un clip dei file vettoriali di partenza, prima di iniziare l'elaborazione. Al contrario con le versioni successive causa malfunzionamento di gdal con le curve di livello che sono state clippate, è necessario eseguire il dtm senza toccare i dati di partenza e successivamente fare un clip del dtm con il clip raster dal menu Raster —> Estrazione —> Ritaglia .

errore_bordi.png

Clip raster Qgis 2.8.2

qgis_clip_raster.jpg

Una volta caricati i layer vettoriali dei punti quotati e delle curve di livello contenenti i dati altimentrici della zona in analisi, aprire il plugin da "Raster —> Interpolazione —> Interpolazione"

interpolazione1.png

Nella seguente immagine è possibile vedere un esempio di impostazione del plugin per eseguire il modello del terreno. Sono state aggiunti gli shape file dei punti quotati (come punti) e delle curve di livello (come linee di struttura) assegnando il valore di interpolazione che in questo caso si trova nella colonna "VALORE". Le dimensioni della cella X e Y sono stati modificati a mano inserendo la cifra 10. In questo caso 10 (riferito all' unità di misura del progetto) rappresenta la risoluzione della cella di 10 metri per 10 metri con cui vogliamo sia creato il file raster del modello del terreno. Lasciamo tutti gli altri valori invariati, scegliamo un nome e la cartella di salvataggio per il file raster del modello del terreno.

Schermata-Plugin%20interpolazione.png

La seguente immagine è un esempio del modello del terreno sopra eseguito. Nel caso venga caricata un'immagine completamente grigia si deve modificare la vestizione per poterne apprezzare i risultati. Nel caso non si sia gia modificato nelle impostazioni di Qgis, aprire le proprietà del file e nel tab stile scegliere per l'opzione "Miglioramento contrasto" (in basso a sinistra) l'opzione "stira min e max".

dtm.png

Il modello delle ombre (hillshade) permette di determinare un ipotetica illuminazione di una superficie in base all’altezza del sole sull’orizzonte. Permette di "leggere" meglio la morfologia del terreno e anche di rilevare eventuali errori nel modello del terreno da cui deriva.

Per realizzare un modello delle ombre con Qgis eseguire dal menù "Raster —> Analisi —> DEM (analisi geomorfologica)"

analisi_morfologica.png

Nella finestra di dialogo selezionare il file del modello del terreno precedentemente creato e assegnare un nome al modello delle ombre. Spuntare le opzioni di "calcolare i margini" e di "carica sulla mappa quando finito".
.

hillshade.png
hillshade1.png

In caso di errori sarà necessario analizzare l'area per capirne le origini. Punti quotati con quote molto diverse da quelle del contesto potrebbero essere dovuti ad errori di inserimento dati oppure a rilievi su strutture rialzate rispetto al terreno come ad esempio su ponti stradali. Questi si presenteranno come delle "torri" o dei "crateri". Data la semplicità del modello in previsione in entrambi i casi precedenti sarà necessario correggere il dato od eliminarlo per evitare risultati poco coerenti nelle successive analisi.

punto_errato.png
erroreok.png
MODIFICA_EDITING.png
SELETTORE.png
ELIMINA_PUNTO.png
HILLSHADE_OK.png

Infine per evitare l'effetto pixel a quadratoni come l'immagine sotto, è possibile impostare il ricampionamento bilineare.

1_hillshade.jpg

Dal menù proprietà del layer —> Stile —> Ricampionamento, cambiare nel menù a tendina da "vicino al più prossimo" in "bilineare". In questo modo la rappresentazione del raster sarà meno netta e più sfumata.

2_hillshade.jpg
Salvo diversa indicazione, il contenuto di questa pagina è sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 License